Sempre più spesso si sente parlare di eco-friendly, cioè di processi, idee ed azioni che in qualche modo aiutano a preservare l’ ambiente. E’ sicuramente un argomento che ricorre nei diversi aspetti della quotidianità, data la crisi ambientale a cui si assiste attualmente. Anche l’ architettura si riinventa e contribuire al rispetto e alla preservazione dell’ ecosistema. Si parla di bioarchitettura e più in generale di utilizzo di materiali naturali e biodegradabili, ma anche di riciclo e riadopero.

Il riciclo un processo ecofriendly ed anche economico.

Riciclare vuol dire riutilizzare materiali ed anche oggetti e assegnare loro nuove funzioni. Nel caso di oggetti si tratta di riadopero creativo. Questo genere di pratiche è sicuramente economico, dato che oggetti e materiali provengono da un precedente proprietario che li ha rivenduti per i motivi più svariati. Nel caso a seguire si utilizza il legno dei pallet assemblato in nuove forme.

 

Un progetto basato sul riciclo, elaborato per essere realizzato dal committente

La richiesta è di realizzare un progetto per l’ allestimento di un negozio per animali economico e anche fattibile dal committente. Dunque sono due gli aspetti tenuti in considerazione: l’ economicità e la scarsa esperienza di chi poi lo realizza. Viene in oltre richiesto il tema western e che il progetto preveda una zona da destinarsi alla mascalcia.


© Architettare1.0
© Architettare1.0
© Architettare1.0
© Architettare1.0
© Architettare1.0
© Architettare1.0
© Architettare1.0
© Architettare1.0
© Architettare1.0

Come prima cosa la struttura espositiva è di semplice realizzo: cilindri, che si infilano in fori realizzati nei montanti tassellati a muro, sostengono le mensole di due dimensioni 60 cm 120 cm, misure multiple in modo da poter mantenere un passo costante.

I ripiani sono realizzati con i legno di recupero dei pallet, smantellati. Si tratta di un materiale facilmente reperibile e per lo più assolutamente gratuito.

La struttura così progettata garantisce una buona flessibilità che le permette di adattarsi alle mutabili esgenze dell’ esposizione della merce. I ripiani e i cilindri si possono infatti spostare e sistemare ad altezze differenti a seconda delle esigenze.

Sui montanti poggiano inoltre rettangoli in pallet con profondità più pronunciate rispetto a quelle dei ripiani, in modo da dare maggiore movimento alla struttura.

Per staccarsi dalla ripetitività alcune pareti espositive non hanno strutture a montanti ma vere e proprie riproduzioni di mobili classici realizzate in pallet.

 


 

 


La vetrina diventa bottega del maniscalco

La professione del maniscalco è un lavoro antico, con il fascino di tempi lontani, pertanto all’ interno del progetto la bottega per la mascalcia trova collocazione, più che meritata, nella vetrina. I passanti potranno vedere l’ artigiano durante lo svolgimento del lavoro, mentre prepara i ferri per i cavalli con incudine e martello dopo averli ammorbiditi tramite temperature elevate.

 

ingresso mascalcia e vetrina

dettaglio ingresso mascalcia: anello a cui erano legati i cavalli in attesa di essere ferrati

aplique all’ ingresso della bottega

 

pavimento bottega realizzato in pallet

lavabo nella bottega del maniscalco


Le luci realizzate anche queste in loco con materiale di recupero

I lampadari sono anche questi progettati per essere realizzati facilmente anche da chi ha poco o nessuna esperienza. Il concetto è semplice: travi sezionate con lunghezza di un metro e agganciate al soffitto con catene. Attorno a queste gira il filo in corda attraverso cui passa la corrente per illuminare le lampadine vintage, montate su porta lampade dorati. Malgrado la semplicità l’ effetto è indubbio, ed è di grande suggestione.

Il bancone realizzato con pallet sovrapposti

poi rivestiti con il legnamo di altri pallet smantellati. Anche questo è un procedimento semplice, ma dal risultato robusto e sicuro. L’ immagine richiama il bancone dei saloon western, così come la boiserie alle spalle, anche questa realizzata in pallet, che rappresenta il retro del bancone dove venivano allestiti i distillati a disposizione del barman.


Dallo stato di fatto attraverso il progetto grafico alla realizzazione

stato di fatto

progetto

realizzazione

stato di fattto

proogetto

realizzazione