Architettare10

 

© Architettare1.0
© Architettare1.0
© Architettare1.0
© Architettare1.0
© Architettare1.0
© Architettare1.0
© Architettare1.0
© Architettare1.0
© Architettare1.0
© Architettare1.0

 

Se il sottotetto presente in un condominio non ha caratteristiche strutturali tali da permetterne un uso in comune può essere ritenuto pertinenza dell’ appartamento sottostante. Previo il controllo e l’ esclusione di un’ eventuale appartenenza per assegnazione al condominio, vi si può dunque intervenire per recupare spazio abitativo, attraverso la realizzazione di un soppalco per esempio.

Valutiamo il progetto: l’ utilizzo di questo spazio permette di realizzare una nuova camera da letto organizzata su di un soppalco

Abbattuto il solaio tra il sottotetto e l’ appartamento, aumentano le altezze necessarie per realizzare una camera da letto su soppalco. E’ uno spazio particolare per via della pendenza del tetto e va arredato con elementi progettati in modo esclusivo, in cui incastri e funzionali sono d’ obbligo. L’ armadio ha una doppia profondità con ripiani sul fondo e appendiabiti davanti. Questo fa si che la zona di azione si sposti verso altezze maggiori e maggiormente fruibili. Allo stesso tempo aumenta lo spazio contenitivo, con i riapiani sul fondo dell’ armadio adatti a riporvi tutto ciò che viene usato con meno frequenza: lenzuale, piumoni, cambi di stagione ecc.

immagine parete con scala per accedere al soppalco

Architettare10

Armadio doppia profondità

La parte iniziale dell’ armadio è una libreria a ripiani su cui poggia la scrivania: ne risulta una zona studio pratica con un lungo piano d’ appoggio di circa 2 m e adiacente uno spazio apposito per riporre i libri di scuola.

Scrivania per ambiente sottotetto

La creazione del soppalco ha fatto da traino alla realizzazione di un nuovo ingresso isolato dalla zona living e cucina, una nuova zona dispensa e la cabina armadio per la camera da letto

 

Lavorando su di una piccola sezione della camera da letto si ottengono due nuovi spazi che sono la cabina armadio e l’ ingresso.

All’ interno di quest’ ultimo una zona è organizzata per potervi riporre l’ occorrente per la pulizia della casa. A tal scopo è stato realizzato un mobile su misura, privo di maniglie e quasi invisibile nell’ ambiente ospite.

Una nuova zona dispensa

Dove prima apriva la porta di accesso all’ appartamento trova posto una dispensa, di fianco alla cucina. Questa aumenta lo spazio contenitivo senza intaccare piano di lavoro e triangolazione funzionale della cucina.

Stato di fatto e stato di progetto appartamento a Sorso

Un nuovo aspetto ai mobili già presenti

Anche la vecchia cucina ha subito un restyling in modo da poterla integrare nel nuovo contesto. Tutti i frontali sostituiti e rivestite le parti a vista con elementi in legno lamellare di abete. La struttura in muratura che ospitava la zona lavello è stata abbattuta e sviluppata una nuova base lavello, dello stesso materiale della cucina modificata. La penisola è realizzata poggiata su di un mobiletto a giorno con ribalta.

 

Il corridoio piccolo e stretto sotto il soppalco è arricchito da un murales grande quanto tutta una parete

Visibile sia dalla camera da letto che dal soggiorno, é illuminato da un filo di luce led sia sopra che sotto rendendo un ambiente anonimo, particolare e suggestivo. Nel lato opposto quadri in bianco e nero.

Corridoio Artistico
Corridoio artistico

 


Infine la cabina armadio nella camera da letto preesistente

Naturalmente l’ ambiente dedicato alla zona notte si riduce nelle dimensioni , ma migliora nella distribuzione degli spazi risultando più fruibile e meglio disposta.

Cabina Armadio

Il tutto è stato progettato rispettando il più possibile le preesistenze in modo da avere un progetto economico ma efficiente ed estetico.